Teatro Caverna

Associazione culturale // La cultura è il nostro ossigeno, ABoccAperta respiriamo: ricerca artistica teatrale - arti visive - letteratura - musica - cinematografia

15 dicembre | Caverna

Ella

Nerval Teatro presenta

Ella

di Herbert Achternbusch
traduzione Luisa Gazzero Righi
con Maurizio Lupinelli
ideazione Maurizio Lupinelli - Eugenio Sideri
regia Eugenio Sideri

 

"Conosco un uomo che - nel suo corpo o fuori dal suo corpo, non lo so, lo sa Iddio - fu rapito fino al terzo cielo"

San Paolo, II Lettera ai Corinzi, 12, 2

 

Ella sta nella carne. In quella carne straziata dalle botte, violentata nei pensieri e nelle azioni. Carne che resta appesa alle ossa solo per un filo sottile, un respiro di autoconservazione. La persona che soffre è normalmente priva della risorsa del discorso: il linguaggio adatto al dolore viene talvolta creato da coloro che non soffrono, ma parlano per conto di chi soffre. Il dolore fisico non ha voce, ma quando ne trova una, questa comincia a raccontare una storia. Ella comincia allora a vivere tra le parole, le frasi frantumate, le grida d’amore lanciate dall’inferno in cui è costretta a vivere. Ella vive la sua storia nel racconto del figlio. Che è Ella.

 

Dato l'esiguo numero di posti disponibili in sala è caldamente consigliato prenotare scrivendo a info@teatrocaverna.it oppure via SMS al 389 1428833

Lo spettacolo è inserito all'interno della stagione ABBOCCAPERTA organizzata da Teatro Caverna grazie al contributo di Fondazione della Comunità Bergamasca